Sito realizzato dall'ufficio stampa del Molo Sant'Eligio ®

  • Facebook Social Icon

Come nasce il Distretto della Magna Grecia?

“l’incontro delle Culture e degli Stili di vita”

 

L’idea si fonda sul Decreto del Ministero dei Beni e delle attività Culturali e del Turismo del 10 Gennaio 2014 e  ss.mm.ii  nel quale  facendo riferimento all’art.3 comma 4 del Decreto 13 mag. 2011, n°70 convertito con modificazione dalla L.12 Lug. 2011, n°106, prevede la possibilità di istituire “distretti turistici nei territori costieri”, con l’obiettivo di riqualificarli, e di “ rilanciare l’offerta turistica a livello nazionale e internazionale, e di accrescere lo sviluppo delle aree e dei settori del Distretto, di migliorare l’efficienza nella produzione dei servizi, di assicurare garanzie e certezze giuridiche delle imprese che vi operano, con particolare riferimento alle opportunità di investimento, di accesso al credito, di semplificazione celerità nei rapporti con le Pubbliche Amministrazioni “.

"Unire le città unire per unire le Nazioni"

GIORGIO LA PIRA

 

L’idea progettuale   promossa dal   Consorzio di Mari di Taranto, già operante, nel settore della Nautica, dell’intrattenimento e dei Servizi al Turismo, prende spunto dalla storia dei Territori costieri, ed in particolare attualizza il sistema delle Colonie greche  rendendolo  moderno, innovativo e competitivo secondo un sistema di filiera integrata :

 

  • riaffermando i principi dello stile di vita e della cultura quali identità non replicabili in altre realtà territoriali  creando nuovi  presupposti di un  moderno sistema di filiera produttiva per aree costiere integrate con garanzie e certezze giuridiche per le imprese investitrici ,  con la  necessaria connessione e razionalizzazione  degli aiuti finanziari, messi in campo, ma anche con  i programmi di internazionalizzazione per  scambi socio-culturali-economici, in particolare a quelli collegabili  alla “via della Seta”.